VERSO SAN CATALDO, ZITO: “PARTITA DIFFICILE, MA NOI ABBIAMO TUTTO PER FARE BENE”

Iniziamo questo nuovo torneo di Serie D consapevoli che il livello tecnico delle partecipanti è aumentato”. Così l’allenatore Domenico Zito nel corso della conferenza stampa pre partita di questa mattina. All’orizzonte c’è l’esordio in campionato contro la Sancataldese.

Il livello qualitativo delle rose è notevolmente migliorato, almeno sulla carta – ha proseguito il tecnico giallorosso –. Noi ci siamo adeguati a questo trend, provando ad allestire una squadra capace di competere per la salvezza insieme ad altre nove o dieci compagini”.

Una rosa importante, quella della Cittanovese, che pone interrogativi sull’undici titolare.

Ho l’imbarazzo della scelta – ha ammesso Zito – perché ho un organico di livello e numericamente significativo. I ragazzi, tra l’altro, stanno facendo di tutto per mettermi in difficoltà, interpretando gli allenamenti con intensità e concentrazione. Di certo però, al di là degli interpreti, noi proseguiremo sulla linea dello scorso anno, cercando con costanza il gioco che più si confà alla nostra identità, sempre pronti a leggere le differenti situazioni con intelligenza. Andando nello specifico – ha puntualizzato il mister – non si può nascondere la concorrenza che si sta venendo a creare nei diversi reparti. Questo è un fattore positivo, ma solo se si alza la sana competizione all’interno del gruppo. Da questo punto di vista sono contento del lavoro di tutti. Inoltre, avere una panchina lunga ci consente di gestire le energie nel corso della stagione. Un passo in avanti significativo rispetto al passato”.

Domani l’esordio contro la Sancataldese. Che partita sarà?

I nisseni vantano una organizzazione di primissimo ordine e una rosa di spessore – ha sottolineato Domenico Zito – basti pensare all’ultimo acquisto in attacco (Cocuzza, ndr). Il loro allenatore è un professionista che conosce benissimo il calcio e che, senza dubbio, vorrà dimostrare qualcosa di importante in questa stagione. In generale, la Sancataldese nutre ambizioni di alta classifica. Per noi sarà un test impegnativo da vivere con attenzione massima. Alla fine prevarrà chi riuscirà a dimostrare maggiore attenzione, maggior equilibrio e la giusta razionalità nell’ affrontare le differenti fasi della partita”.

GIOIA

Insieme al tecnico Domenico Zito, in sala stampa, il centrocampista Emanuel Gioia. Per lui si apre la terza stagione in giallorosso.

Rispetto allo scorso anno non sono più un under – ha esordito il calciatore – e questo mi mette a confronto con atleti di assoluto spessore. Ovviamente per me è uno stimolo positivo che intendo sfruttare per tutto il corso del campionato. Ormai – ha proseguito – mi sento un cittadino di Cittanova e sono legato a questa piazza. Sento la fiducia del mister, dei tifosi, dei compagni e della società. Questo mi inorgoglisce e mi fa sentire un punto di riferimento”.

Quest’anno la competizione interna è aumentata alla luce dei tanti acquisti di qualità fatti in estate.

Dovremo essere tutti intelligenti nel saper gestire le situazioni, dentro e fuori dal campo – ha spiegato Gioia -. La Cittanovese può vantare un parco over di qualità ed esperienza e, in generale, un grande gruppo. Stiamo lavorando bene e percepisco a pelle la voglia da parte di tutti di alzare l’asticella delle ambizioni”.

In tema di ambizioni, quali sono le tue per questa nuova avventura in giallorosso?

Il mio obiettivo è l’obiettivo della squadra, ovvero la salvezza – ha concluso il centrocampista -. Raggiunto il nostro traguardo, poi penseremo al resto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.