CITTANOVA – ACIREALE: IL TABELLINO E LE INTERVISTE

CITTANOVA (3-4-2-1): Latella; Fiumara (35’st Barilaro), Corso, Petrucci (1’st Ndreu); Losasso (25’st Fuschi), Cosenza, Lo Nigro (38’st Giorgiò), Rizzo; Crucitti, Silenzi (1’st Barnofsky); Dorato. In panchina: La Cagnina, Meola, Arusa, Miceli. All.: Pietro Infantino.

ACIREALE (3-5-2): Ruggiero; Cannino (38’st La Verdera), Silvestri, Orlando; Souarè (17’st Del Col), Buffa, Ott Vale (1’st Ba), Savanarola, Mauceri; Rizzo (38’st Tumminelli), Sparacello (28’st Rossetti). In panchina: Mazzini, Bianco, Iania, Joao Pedro. All.: Giuseppe Pagana.

ARBITRO: Giuseppe Vingo di Pisa (Brunozzi di Foligno e Barcherini di Terni).

MARCATORI: 27’pt aut. Petrucci (C); 39’pt Rizzo (A), 25’st Orlando (A); 32’st rig. Corso (C); 33’ Orlando (A).

NOTE: Porte chiuse. Ammoniti: Fiumara (C); Cannino, Savanarola (A). Angoli: 5-6. Recupero: 1’pt; 4’st.

PIETRO INFANTINO – ALLENATORE

L’Analisi

Siamo partiti bene, poi l’episodio dello 0-1 ci ha distrutti. Tuttavia, dobbiamo dare atto agli avversari della partita disputata. L’Acireale è una squadra importante, con un tecnico capace e che da tanti anni lavora su questo progetto. Dobbiamo essere realisti e coscienti. Noi abbiamo fatto la nostra partita onesta, ma il nostro percorso è solo all’inizio. Siamo un gruppo di qualità che deve rimanere compatto e continuare a lavorare a testa basta. Proprio come ha fatto l’Acireale negli scorsi anni. Domani mattina riprendiamo sul campo, in vista del FC Messina. Se rimaniamo calmi possiamo ritagliarci uno spazio importante in questo torneo“.

Su Silenzi 

Tutti conosco la stima che io ho per Christian, quindi nessun problema. Oggi il ragazzo non ha approcciato al meglio la gara, non ha spezzato il fiato ed era giusto dare spazio a qualcuno che poteva offrire qualcosa di più alla squadra. Ci ho già parlato, mercoledì si rifarà a Messina“.

Gli accorgimenti 

Quando prendi gol ci sono sempre degli errori. Dobbiamo migliorare tante cose. Oggi abbiamo recuperato Fiumara e Barnofsky ha esordito in modo positivo. Siamo chiamati ad un esame di coscienza tutti, io per primo”. 

TONINO MAMONE – VICEPRESIDENTE

Partivamo con una statistica positiva, ovvero l’Acireale non aveva mai vinto sul nostro campo. Complimenti ai granata, apparsi più compatti, organizzati e convinti. Noi continuiamo a dare segnali di debolezza, sia sul piano mentale che del gioco. C’è qualcosa da rivedere. Adesso non saprei dire dove risiedono i problemi, a caldo è inutile esprimere giudizi. E del resto, è complicato decifrare questo momento di appannamento. Abbiamo una rosa di tutto rispetto, su questo non ci piove. Ma è chiaro che questa fase merita una riflessione approfondita che coinvolga tutti“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.